black label.jpg

Olio D'Oria

Not an ordinary Oil

Olio D’Oria è una splendida storia che ci racconta il giovane Lorenzo D’Oria, classe 1990, la cui intraprendenza ha trasformato l'attività centenaria del nonno e della sua famiglia, in una nuova e affascinante realtà aziendale di startup che rende omaggio alla sua terra: la Puglia.

 

Le origini della famiglia D’Oria sono di Corato, piccolo paese famoso per la particolare qualità autoctona della sua oliva, la Cultivar Coratina, che potremmo definire un vero e proprio gioiello della Murgia Barese per le sue proprietà nutritive, antiossidanti e per il sapore fruttato con note amare e piccanti e dall’intenso colore giallo oro tendente al verde. Lorenzo, che nella vita è un Export manager per metà Pugliese e per metà Salernitano, si arma di coraggio e di iniziativa e a settembre 2020, in piena pandemia da Covid-19, lancia insieme alla fidanzata Angelica Gabellini, designer di professione, il brand Olio D’Oria. Oltre ad onorare una secolare attività di famiglia e il viscerale amore per la sua Puglia, Lorenzo vuole realmente valorizzare un prodotto nobile come l’Olio Extra Vergine che notoriamente non ha mai goduto di grande appeal. A tal proposito, i core values del brand non potevano che essere rappresentati dalla qualità della materia prima, design, essenzialità e genuinità. Dunque cosa rende davvero unico l’Olio D’Oria? Innanzitutto l’artigianalità della sua produzione, dalla raccolta a mano delle pregiate olive coratine, molite entro 24 ore utilizzando esclusivamente macine in pietra, all’imbottigliamento, anche esso realizzato manualmente.

 

La cura dei dettagli che rende l’esperienza sia online che offline qualcosa di totalmente innovativo. Basti pensare alle originali bottiglie in vetro spesso, decisamente più resistenti e più protettive per quanto riguarda l’esposizione alla luce, grande nemica dell’olio. Inoltre l’etichetta è resistente all’olio e la produzione è limitata ogni anno, il che rende il consumatore consapevole di avere tra le mani un prodotto di valore e non alla portata di tutti. Il design accattivante rispecchia anche online l’unicità di questa giovanissima realtà, che si presenta al cliente con una personalità colorata e irriverente, frutto dell’estro creativo di Angelica Gabellini, che con il suo background di designer per un famoso brand d’abbigliamento Italiano , cura la direzione artistica del marchio.

Le collezioni di Olio D’Oria attualmente disponibili sono due: D’Oria Black Label e D’Oria Silver Label. La prima è una linea raffinata che rispecchia la tradizione olearia classica, la seconda è una collezione dal design decisamente più originale dove vengono espressi concetti importanti per l’azienda come la sostenibilità, riciclabilità dei materiali e donare una seconda vita agli oggetti inutilizzati. La Silver Label infatti è una bottiglia di acciaio inossidabile riciclabile, che può essere riutilizzata infinite volte anche come complemento d’arredo. Tutto dipende dal gusto e dalle idee del cliente.

 

Ad oggi il mercato di lancio di Olio D’Oria è stato il B2C, ma l'azienda ha come obiettivo l’essere presenti anche su importanti canali di distribuzione nazionali e internazionali e nell’alto ho.re.ca. Nonostante ci siano ancora molti aspetti su cui lavorare e da perfezionare, i risultati iniziali sono stati molto rassicuranti, segno che la natura del brand viene presentata e percepita nella maniera corretta. Naturalmente una missione così ambiziosa volta a rendere l’Olio D’Oria riconoscibile in tutto il mondo, non poteva che essere accompagnata da un biglietto da visita così distintivo come il suo logo, i cui protagonisti sono l’albero d’ulivo secolare e la scritta “L D’Oria”. Quest’ultima in realtà è stata ideata e creata da nonno Lorenzo più di 100 anni fa. Ancora oggi è affissa al portone della casa di famiglia nel piccolo paese di Corato, ma solo recentemente è stata riportata alla luce proprio da Lorenzo D’Oria e usata per il brand di famiglia.

 

La grafica raffigura la L di Lorenzo che proseguendo nel suo tracciato compone la D del cognome D’Oria. L'albero del logo è un ulivo secolare molto caro alla famiglia D’Oria. Esso è simbolo di forza, prosperità e tradizione, ma è soprattutto l'emblema del legame della famiglia D'Oria con la propria terra. Con delle radici forti ed estese l'ulivo è storicamente simbolo di valori profondi e ben radicati, perfetti per un brand longevo e riconosciuto. Lo stendardo blu è un omaggio alla città Pugliese di Corato, mentre il "misterioso" numero 616 invece è una cifra alla quale il fondatore è molto legato, presente in molti momenti fondamentali della sua vita. Le idee sviluppabili per far crescere l’azienda sono molteplici, così come è forte la volontà di imporsi sul mercato e conferire ad un prodotto come l’Olio D’Oliva un’immagine nuova, più completa, che sia emblematica delle qualità e del pregio che lo contraddistinguono. Si tratta senza dubbio di un progetto che va ben oltre l’olio extra vergine di qualità.

Articolo Scritto da :

Marta Parisi