05.29 oquist (768).jpg

OQUIST
SKINCARE

Terracotta, Skincare e sostenibilità

 

Oggi vogliamo parlarvi di una realtà estremamente di nicchia appena nata nel mondo Skincare . 

Oquist è il nome di questa startup che vuole sovvertire le regole del beauty creando prodotti di eccellente qualità e packaging di design, seguendo però una filosofia orientata alla completa sostenibilità. 

Pe raccontarvi di questo brand abbiamo intervistato Olga Ringquist  Co- founder del brand insieme al padre, che ci svelerà quali sono i prodotti e da cosa nasce il brand.

Cos'è: Oquist Cosmetics?

Qquist è il nostro piccolo grande progetto, un brand di Skincare Waterless (non a base d'acqua) Multifunzionale e Sostenibile, con prodotti  racchiusi all'interno di sculture di terracotta (Italiana) riciclabili di estremo design.

La linea è composta da soli 4 quattro prodotti che insieme soddisfano tutte le esigenze per una perfetta Skin Routine,  la decisione di una linea ristretta di prodotti deriva proprio da una scelta di sostenibilità voluta e studiata a 360 gradi e che il nostro brand segue in ogni sfumatura.

 

Waterless - 80-97% in meno di emissioni di CO2: 

 

I nostri prodotti non sono a case d'acqua, ma olii, e questo ha un forte impatto, mi spiego meglio : un normale prodotto contiene l'80-97% di acqua che di per sé non ha alcuna funzione, se non quello di incrementare il volume del prodotto, ciò comporta un imballaggio non necessario, e quindi maggior volume e peso durante il trasporto, due attività che influiscono notevolmente sulla produzione di CO2.

Multifunzionale


Le formule swaterless consentono di ottenere prodotti più concentrati, quindi l'obiettivo è ottenere con un prodotto l'efficacia di 5, questo è utile per risparmiare, permettendo ad ognuno di avere un'ottima skincare routine. Inoltre la formulazione è appositamente studiata per adattarsi ad ogni tipo di pelle ed età.

Senza conservanti


Muffe e batteri hanno bisogno di acqua per crescere, poiché le nostre formule sono senz'acqua, non utilizziamo conservanti, il che è migliore per il microbioma cutaneo e la barriera cutanea. 

Imballaggio in terracotta


La terracotta viene direttamente dal suolo, non contiene tossine o sostanze chimiche e  la lavorazione produce pochissima CO2 (rispetto a vetro, alluminio, bioplastiche ecc.). Ogni pezzo è progettato per essere riciclato dopo che il prodotto all'interno è terminato, così abbiamo pensato di sviluppare una serie di ricariche per i prodotti, così da non dover cambiare packaging, anche perchè sono delle vere sculture.

Dove avviene la produzione ?

Tutti i prodotti ed il packaging vengono realizzati a Riga, in Lettonia, dove vive papà (il secondo cofondatore) di Oquist.

Che caratteristiche hanno i tuoi prodotti?

Prendiamo come esempio il Siero 6 in 1 con effetto Anti Aging, che è il primo della nostra gamma. Al posto dell'acqua contiene più del 65% di olio di rosa canina come base, che è ricco di vitamina A (retinolo), B, C e K. Il siero è infuso con estratto di paracress al 6% che è stato clinicamente testato per ridurre la comparsa di rughe poichè stimola i fibroblasti e quindi di conseguenza il collagene, fondamentale per rendere la nostra pelle tonica e rimpolpata.Un altro esempio è l'utilizzo di Olio di jojoba ed estratto di cetriolo che aiutano ad equilibrare la produzione di sebo ed hanno un'azione antinfiammatoria.

Così si ottiene un prodotto multifunzionale adatto per i bambini (anche piccoli), la notte come siero nutriente, contorno occhi, struccante poichè a base d'olio ed anche dopobarba (per gli uomini).


Si adatta a pelli giovani e mature, maschili e femminili, grasse, secche e miste.

Con questo primo prodotto vogliamo dimostrare che non è necessaria una routine di 5-10 passaggi per ottenere una pelle perfetta. Sono 100 ml concentrati che rappresentano il triplo 3 del volume  per gli standard di mercato. 

Come è nata l'idea di Oquist?

Siamo un duo padre e figlia, entrambi con una vasta esperienza nel settore della beauty. Negli ultimi 20 anni papà ha gestito una sua attività che si occupava di sviluppare prodotti per la cura della pelle in modo naturale per l'industria farmaceutica Europea. La mia esperienza invece è stata più commerciale e marketing nel mondo beauty Svedese.

Poi negli anni lavorando mi sono sempre più interessata alla sostenibilità ed alla consapevolezza che ognuno di noi dovrebbe avere nell'acquisto e nella vita quotidiana, questo mi ha portato a comprendere quanto sia insostenibile l'industria FMCG, in particolare l'industria della bellezza. La svolta è avvenuta diventando mamma, e certezza che non potevo e volevo più  occuparmi di studiare strategie e campagne di marketing per grandi aziende - ho pensato che doveva esserci un altro modo! Così con mio padre abbiamo analizzato il mercato arrivando alla conclusione che  mancava un brand di prodotti per la cura della pelle che fosse completamente sostenibile ed estremamente bello alla vista.

Come avete iniziato?

Abbiamo iniziato a pianificare Oquist alla fine del 2019, e subito dopo la pandemia che ci ha ovviamente bloccato.  

Dato che con mio padre che viviamo in paesi diversi non abbiamo avuto l'opportunità di vederci prima che il band venisse ufficialmente presentato a Luglio 2021. Quindi possiamo dire che è un progetto nato su Zoom.  Se ci ripenso è incredibile come siamo riusciti a fare tutto questo lavoro senza vederci fisicamente, inoltre vi confesso che quando ho toccato per la prima volta il prodotto finito ho pianto davvero tanto, ero commossa dall'emozione, dalla felicità. 

Com'è lavorare con tuo padre?

È più che fantastico! Siamo entrambi sostenitori dell'ambiente e siamo davvero motivati a contribuire per preservare il nostro pianeta. Siamo anche molto simili in quanto entrambi abbiamo uno spirito creativo ed imprenditoriale, inoltre ci completiamo a vicenda nelle skills professionali - papà dal lato della produzione e della logistica, mentre i miei punti di forza sono nella strategia di branding, nella comunicazione e nel marketing.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Lavorare sul concetto di "marchio indipendente" e dimostrare che se pur piccoli ci si può espandere, comunicando e sostenendo dei valori. 

Cos'è per te il "lusso"?

Adoro questa domanda! Mi piace usare il termine "Sustainable Abundane", che per me significa comprare e sentirmi a mio agio con ciò che è bello ma ecosostenibile.

C'è infatti  un'idea distorta, secondo cui il consumatore consapevole è un consumatore  che "brutifica" la vita con oggetti poco belli e sempre riutilizzabili.

 

Invece, crediamo che tutto ciò possa assolutamente cambiare e migliorare, ed è un pò il nostro obiettivo e focus.

Per quanto strano possa sembrare, Tesla è stata una grande fonte di ispirazione per noi : hanno una brand image del marchio di lusso così forte che le persone che non si preoccupano molto dell'ambiente sono comunque interessate ad acquistarne una.

Quindi, in un certo senso, Tesla sta convertendo i consumatori non consapevoli in scelte consapevoli solo attraverso il brand. 

 

Nel nostro piccolo vediamo che il design del nostro packaging sta catturando l'attenzione di tanti tipi di consumatori, anche quelli "non consapevoli" che alla fine acquistano i nostri prodotti per la qualità e design, ed indirettamente compiono una scelta consapevole. 

Chi è la donna Oquist?

Non è solo una donna ma un essere umano. 
Siamo un marchio genderless che dovrebbe attrarre chiunque sia interessato all'eccellenza e bellezza sostenibile.